Rimanere in salute e in forma è qualcosa che si conquista giorno per giornoAnche quando ci si considera ormai giunti nella fascia “over” della propria vita non bisogna mai perdere di vista la necessità di mantenersi giovani e attivi, con qualche aiuto e strategia.

Una corretta alimentazione, un’adeguata attività fisica e la massoterapia, ad esempio.

È proprio nella terza età, infatti, che si notano in maniera più evidente i cambiamenti del proprio corpo.

Le ossa degli “over” diventano più fragili, sottili, diminuiscono di densità causando un aumento del rischio di lesioni dovute a cadute.

Il sistema immunitario s’indebolisce ed anche cuore e circolazione sono meno efficienti.

I polmoni gradualmente diminuiscono la loro capacità espansiva durante l’atto respiratorio, con conseguente minor apporto di ossigeno ai tessuti.

La pelle perde poco alla volta idratazione ed elasticità diventando più secca, ruvida e sottile.

L’anziano tende anche, col passare degli anni, a dormire sempre meno ore a notte, arrivando alle volte a soffrire addirittura di insonnia.

Spesso anche la digestione diventa lenta e difficoltosa.

In ultimo, la deambulazione può essere difficile e instabile, compromettendo tantissimo l’autosufficienza dell’anziano.

Tutti questi cambiamenti fanno parte del normale e fisiologico deterioramento che lentamente si verifica in un soggetto ormai anziano.

Ma un “over” può, e a mio avviso dovrebbe, invecchiare al meglio delle proprie possibilità poiché è possibile mantenersi in forma e stare bene seguendo solo poche e semplici sane abitudini.

I benefici della massoterapia

La massoterapia, nelle sue varie forme di massaggio, può, abbinata ad uno stile di vita salutare, contribuire fortemente al mantenimento del benessere psicofisico dell’anziano.

Se l’anziano inizia a soffrire di disturbi circolatori la massoterapia può intervenire con un massaggio riattivante o linfodrenante, a seconda della sintomatologia e del caso clinico.

Il massaggio stimola il flusso ematico rafforzando il battito cardiaco. E’ quindi utile per ridurre la pressione sanguigna e il ritmo cardiaco conciliando il sonno.

Esso favorisce anche una respirazione più lenta e profonda agevolando così una corretta attività polmonare e una migliore ossigenazione di tutti i tessuti.

Il massaggio favorisce il flusso dei succhi gastrici e l’assorbimento dei nutrienti durante il processo digestivo, nonché il miglioramento del transito intestinale alleviando la costipazione.

Anche la pelle, ricevendo una delicata riattivazione, trae giovamento dalla massoterapia: diventa gradualmente più tonica e luminosa. Questo miglioramento è reso possibile anche grazie agli oli utilizzati (come mandorle e jojoba) che sono molto nutrienti ed elasticizzanti. In questi oli è possibile aggiungere alcune gocce di oli essenziali specifici per potenziarne l’effetto (massaggio aromaterapico).

Infine, anche ossa e muscoli traggono enorme beneficio dal massaggio poiché vengono riattivate la circolazione sanguigna e linfatica, le quali apportano nutrimento anche all’apparato muscolo-scheletrico ed eliminano le tossine dell’organismo. Inoltre si otterrà un grande sollievo sulle articolazioni rigide o colpite da artrite.

Rosanna Verderio