Nel panorama internazionale aziendale si parla sempre di più di progetti di team building. Ma cosa si intende realmente con questo termine? E in cosa consiste?

Vediamolo insieme.

 

Il termine team building indica specifiche metodologie nate e sviluppate per lavorare sui gruppi ed in particolare sul team di lavoro. Vengono proposte attività mirate che hanno l’obiettivo di migliorare la capacità di tali gruppi di lavorare in team (team working) e di conseguenza ottimizzare i risultati conseguiti dal team/gruppo.

 

Negli ultimi anni, sul territorio nazionale, le aziende che richiedono un intervento di team building per i propri dipendenti stanno crescendo esponenzialmente. Ovviamente ogni intervento ha caratteristiche e finalità diverse.

Vediamo nello specifico in cosa consiste l’intervento proposto dal nostro Centro.

 

Nella visione del Centro Psiche & Soma S.r.l., l’intervento di team building è pensato come un progetto di miglioramento continuo che si fonda, in prima battuta, su un’analisi dei bisogni dell’azienda richiedente, così da proporre progetti studiati ad hoc.

Tra gli obiettivi trasversali ad ogni azienda spicca l’esigenza di andare a lavorare sulle dinamiche relazionali, migliorandone la comprensione e fornendo strumenti pratici per potenziare le capacità relazionali all’interno dei diversi reparti, che costituiscono il nucleo pulsante dell’azienda.

Particolare rilievo viene dato all’acquisizione di tecniche di comunicazione efficace che hanno lo scopo di favorire il dialogo costruttivo in azienda.

Le attività proposte hanno anche la finalità di favorire un incremento del livello motivazionale lavorativo favorendo la collaborazione in un’ottica di sostegno reciproco.

Obiettivo trasversale di tutte le fasi del progetto è, inoltre, quello di sostenere non solo il lavoratore, ma la persona, fornendo degli stimoli, più o meno pratici, per aumentare la consapevolezza personale ed interpersonale.

 

Fil rouge del team building è quello di sostenere il personale coinvolto nell’acquisire consapevolezza rispetto alla propria modalità di funzionamento andando verso un “io responsabile”, ovvero un modo di essere pienamente consapevole del proprio stile relazionale. Tale consapevolezza permette, quindi, di diminuire notevolmente le dinamiche di lamento e rimuginino sostenendo i lavoratori ad agire ed interagire in maniera consapevole.

Ogni soggetto potrà acquisire una consapevolezza individuale che tenga in considerazione i meccanismi relazionali innescatesi nell’ambiente circostante riflettendo sul suo contributo nel determinarsi di alcune dinamiche.

 

Il progetto non si articola solo in incontri di gruppo ma anche in un formato individuale e di piccolo gruppo, meglio detto “micro-team”. Quest’ultimo formato consente di lavorare con i lavoratori in piccolo gruppo focalizzandosi su problematiche specifiche, che possono spaziare da difficoltà relazionali, organizzative o operative, affrontandole con l’aiuto e la mediazione di un esperto.

 

L’intervento è pensato per tutti i livelli dell’azienda e tiene conto delle mansioni e delle specificità di ogni inquadramento favorendo la collaborazione e il confronto.

 

Tutte le attività sono pensate in un’ottica migliorativa tenendo conto della variabilità dei contesti e delle peculiarità aziendali e personali di ogni ambito.

 

Dott.ssa Cristina Cavalli