TERAPIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

teraIl modello multidisciplinare utilizza l’intervento di un’équipe composta da diverse figure professionali. Il contesto istituzionale è il luogo nel quale si integrano le diverse competenze degli Psicoterapeuti e degli altri operatori che, insieme al paziente, costruiscono un progetto psicoterapeutico, individuale o di gruppo, oltre che medico-nutrizionale ed eventualmente psichiatrico. La dimensione psicoanalitica non prevede l’eliminazione del disturbo o la rieducazione forzata del comportamento alimentare, ma considera il sintomo come l’unico linguaggio, al momento possibile per il paziente, per esprimere e contenere il dolore.

Il paziente può così essere seguito in un unico luogo e inserito in un percorso che include i suoi diversi livelli di funzionamento (corporeo, individuale, familiare e relazionale), trattati in modo sia specifico sia integrato.

Gli interventi possono essere svolti con diverse modalità e differenti livelli di intensità all’interno del percorso terapeutico, che vengono stabiliti in base ad ogni soggetto.